Piattaforma Rete ecologica della Convenzione delle Alpi

 

La Piattaforma Rete Ecologica, istituita dai Ministri in Occasione della  IX Conferenza delle Alpi del 2006, persegue l’obiettivo di creare una rete ecologica pan-alpina continua e di promuovere le attività delle c.d. Regioni Pilota. Queste regioni raggruppano più di un’area protetta, spesso transfrontaliere, e svolgono attività per favorire e sviluppare la connettività ecologica nell’area biogeografica alpina. La Piattaforma ha stabilito dei criteri e degli obiettivi per la nomina delle Regioni Pilota, cui la potenziale regione deve rispondere, e ha sviluppato un questionario ad hoc che le regioni candidate compilano ai fini della loro valutazione.

Essere nominati una Regione Pilota porta vantaggi sia socio-economici, sia ecologici. Ad esempio, la nomina può da una parte aumentare il valore aggiunto della regione, agendo da veicolo pubblicitario o attraverso lo scambio con altre Regioni Pilota e, dall’altra, potrebbe facilitare la regione ad ottenere un sostegno finanziario attraverso strumenti esistenti che contribuiscano a promuovere la rete ecologica.

In occasione della  XIV Conferenza delle Alpi (Grassau, 2016) è stato presentato il report sulla valutazione delle prime otto Regioni Pilota nominate nel 2011, che ha confermato il loro status di Regioni Pilota e ne ha nominate due nuove.

Attualmente le seguenti Regioni Pilota per la connettività ecologica sono state nominate:

  • South-western Alps (National Park Mercantour/Nature Park Alpi Marittime)
  • French Department Isère
  • Ecoregion Gran Paradiso – Mont Avic – Mont Emilius
  • Ecoregion Mont-Blanc (nominato alla XIV Conferenza delle Alpi)
  • Ecoregion Verbano-Cusio-Ossola
  • Raethian triangle (Engadin/Southtyrol/Trentino/Tyrol)
  • Achental (nominato alla XIV Conferenza delle Alpi)
  • Transboundary region Berchtesgaden – Salzburg
  • Transboundary ecoregion Julian Alps
  • Northern Limestone Alps region

 

Mandato 2017-2018 della Piattaforma Rete Ecologica

Attraverso la redazione di un Mandato biennale, la Piattaforma fissa le principali attività e risultati da compiere nell’arco del mandato.

Il Mandato 2017-2018 vede confermato l’interesse di proseguire i lavori presso le Regioni Pilota e di incentivare nuove nomine. Il focus del mandato è il rapporto tra connettività ecologica e pianificazione territoriale e l’individuazione delle potenzialità degli strumenti di pianificazione ordinaria, straordinaria e settoriale, in un’ottica di consolidamento della connettività ecologica, tema su cui il Tavolo SAPA è coinvolto.

La Piattaforma, inoltre, segue gli sviluppi in ambito europeo sulle infrastrutture verdi, in termini sia di politiche sia di attività, e intrattiene una stretta cooperazione con il Gruppo d’azione 7 di EUSALP.

Attività della Rete SAPA in Piattaforma Rete Ecologica

Le attività della Rete SAPA sono strettamente connesse a quelle della Piattaforma Rete Ecologica e mirano a rafforzare la partecipazione delle aree protette alpine italiane, considerate “core areas” fondamentali per garantire il rinnovamento delle risorse naturali e la funzionalità degli ecosistemi.

Nello specifico, le attività del Tavolo SAPA (e della Delegazione italiana in Convenzione delle Alpi) per le Regioni Pilota della Piattaforma permettono di:

  • presentare e condividere esperienze italiane all’interno degli incontri della Piattaforma, promuovendo lo scambio, lo sviluppo ed il trasferimento di conoscenze e di know-how sulla connettività ecologica;
  • ospitare incontri della Piattaforma, anche in concomitanza con eventi di rilevanza per l’Italia e le aree protette italiane (riunioni SAPA, meeting di progetti europei, meeting istituzionali, ecc.) e favorire lo svolgimento delle sue attività (ad es. le attività di valutazione delle Regioni Pilota);
  • promuovere nuove nomine di aree protette italiane a Regioni Pilota della Piattaforma, favorendone la partecipazione in rete a progetti sulla connettività ecologica.

Alle Regioni Pilota partecipano 10 aree protette della Rete SAPA, tra cui alcune hanno un carattere transfrontaliero: il parco delle Prealpi Giulie, il parco delle Alpi Marittime, il parco del Gran Paradiso, il parco del Mont Avic, il parco dell’Alpe Veglia e Alpe Devero, il parco dell’Adamello, il parco dell’Adamello Brenta, il parco dello Stelvio, e due parchi della Provincia di Bolzano. Per altre due aree protette è in corso il processo di valutazione per una futura nomina.

 

The Ecological Network in the Alps: Defining criteria and objectives for Pilot Regions
Designazione di Regioni pilota “Rete Ecologica nelle Alpi”: Spiegazioni, Questionario, Indicazioni sui benefici della nomina 
Summary of the R&D Porject Pilot Regions
Report “Evaluation of the Pilot Regions for Ecological Connectivity of the Alpine Convention”
Mandato 2017-2018 della Piattaforma Rete Ecologica
Primo report “Monitoraggio Progetti sul tema della connettività nelle aree alpine” 
Presentazione Focus sulle Regioni Pilota della Convenzione delle Alpi
Designazione di Regioni Pilota della Piattaforma Rete Ecologica (Santolini R., 2010)

Per maggiori informazioni visita il link.