SECONDO INCONTRO BILATERALE ITALIA – MACEDONIA

Secondo incontro bilaterale Italia – FYR Macedonia a Roma e nella Regione Abruzzo

25-29/09/2017
Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare – Roma (RM)
Parco Nazionale della Majella (Regione Abruzzo)

 

Rappresentanti della delegazione italiana: Ministero dell’Ambiente italiano, Parco Nazionale della Majella, Federparchi IUCN Italia.
Rappresentanti della delegazione macedone: Ministero dell’Ambiente macedone (inclusi membri del Gabinetto del Ministro, il Focal point del CBD e il Capo del Dipartimento per la Protezione della Natura), Comune di Tetovo, comunità locali di Shar Mountain, Università di Tetovo, ONG della regione della Shar Planina.
Una piccola delegazione della Bosnia ed Erzegovina ha anche partecipato ai primi due giorni dell’incontro.

L’incontro si è svolto nell’ambito della componente “Strengthening Bio-Diversity Conservation through Capacity Development in the FYR of Macedonia” del progetto UN Environment/GEF Italian Co-Financing project “Supporting Western Balkans in the Implementation of Multilateral Environmental Agreements through Strengthening Institutional Framework and Capacity Building”.
L’obiettivo generale dell’incontro è stato quello di formare le delegazioni macedone e bosniaca sulle differenze nella gestione dei due parchi italiani regionali e nazionali, così come sulla compilazione delle liste rosse e vedi dell’IUCN.

 

L’incontro, svoltosi tra Roma e l’Abruzzo, è stato ospitato dal Ministero dell’Ambiente e il Parco Nazionale della Majella e si è svolto attraverso una serie di meeting e incontri formativi.
Il Ministero dell’Ambiente ha ospitato i primi due giorni (25 e 26 settembre) a Roma. Le sessioni hanno riguardato la presentazione della Strategia nazionale italiana per la conservazione della biodiversità, gli impatti sulla biodiversità e gli ecosistemi protetti e le questioni finanziarie riguardanti la gestione dei parchi nazionali e regionali in Italia. Federparchi ha presieduto la sessione mattutina del secondo giorno ponendo l’accento sulle liste rosse e verdi con esempi pratici dell’esperienza italiana.
Il Parco Nazionale della Majella ha ospitato la seconda metà dell’incontro dal 27 al 29 settembre. I delegati macedoni hanno visitare la sede del Parco Nazionale e li è stata presentata una panoramica delle caratteristiche specifiche del parco rispetto il quadro sistema nazionale sulla conservazione della biodiversità. Sono state organizzate anche alcune site visits: a entrambi i giardini botanici ospitati nel parco, ad aree ospitate da orsi, camosci e cervi e a visite, insieme alle visite alle fattorie sostenibili e agli uffici di promozione turistica.