MONITORAGGIO DELLA BIODIVERSITÀ

Conferenza Nazionale “Verso un piano nazionale di monitoraggio della biodiversità. I manuali delle specie e degli habitat di interesse comunitario”

19-20/05/2016
Acquario Romano – Casa dell’Architettura
Piazza Manfredo Fanti 47, Roma

La Conferenza nazionale sul monitoraggio della biodiversità ha visto la presentazione delle schede di monitoraggio di tutte le specie e gli habitat italiani tutelati dalla direttiva n. 92/43/CEE. Le 489 schede elaborate da ISPRA rappresentano uno strumento operativo per la redazione del 4° Rapporto per il periodo 2013-2018, reso possibile grazie al contributo finanziario del Ministero dell’Ambiente.

L’evento ha ospitato la presentazione dell’esperienza alpina dalla Rete SAPA – Sistema delle aree protette alpine italiane e dei lavori sia svolti, sia in programma indicati nel Piano d’azione, di cui la Rete si è dotata per il biennio 2016-2017. L’intervento di Paolo Angelini, Capo Delegazione italiana in Convenzione delle Alpi, ha evidenziato il tema del monitoraggio quale tema prioritario che la Rete si ha posto e per il quale ha previsto delle specifiche azione, promuovendo anche la collaborazione tra gli enti territoriali, al fine l’armonizzazione di metodi e strumenti indirizzati a mantenere un monitoraggio aggiornato della biodiversità. In questi termini, si è affermato il ruolo della Rete SAPA – una vera “buona pratica” nel contesto alpino, quale campo concreto di attuazione di strategie e di sperimentazione di metodologie per il monitoraggio definite a scala nazionale.

Il ruolo delle aree protette e delle regioni è fondamentale per l’implementazione del lavoro di schedatura svolto e dei manuali tematici prodotti. In questo, la Rete SAPA, composta da enti territoriali alpini – enti di gestione delle aree protette, regioni, provincie autonome – ma anche dagli istituti di ricerca ISPRA ed EURAC e coordinata dalla Delegazione italiana in Convenzione delle Alpi con il sostegno di Federparchi, ha individuato delle azioni concrete rispetto al tema del monitoraggio e l’armonizzazione degli indicatori e delle metodologie per la biodiversità e l’attuazione della rete ecologica, così come previste dal Piano d’azione della Rete, nell’ottica di un Piano nazionale di monitoraggio della biodiversità.

Nota informativa
Programma dell’evento

Per maggiori informazioni visita il link.